“One must have chaos within to give birth to a dancing star”

F. Nietzsche

SILVER PRODUCTIONS è una casa di produzione cinematografica e audiovisiva con sede a Milano, fondata nel 2014 dall’autore e regista Rocco Ricciardulli. Nel 2018 entrano a farne parte Gaia Bermani Amaral, attrice, sceneggiatrice e scrittrice di romanzi, Gianfilippo Pedote, sceneggiatore e produttore di grande esperienza, e Lorenzo Baraldi, imprenditore affermato. Nel 2015 la società ha realizzato il lungometraggio “All’improvviso Komir”.
Nel 2018 ha curato la produzione esecutiva di alcuni videoclip musicali fra cui “Le tasche piene di sassi” di Giorgia, “Hola!” di Mengoni. Nel 2021 ha co-prodotto con Lebowski il lungometraggio Originale Netflix “L’ultimo Paradiso” diretto da Rocco Ricciardulli. Sinergie, contaminazioni, interscambio, sono solo alcuni dei presupposti necessari per creare progetti che possano avere una visibilità non soltanto circoscritta entro i confini italiani ma anche a livello internazionale.
Questa è la sfida di Silver Productions, portare sullo schermo storie in cui ci si possa identificare, coniugando ricerca ed estetica.

Il Team Silver Productions

Biografia

Autore, regista e interprete impegnato nell’ambito del teatro. Nel 2011 ha scritto e diretto il video “Occhi” per la campagna internazionale della Camera del Lavoro e CGIL contro lo sfruttamento dell’immagine della donna nei media. Nel 2013 ha diretto il Progetto Europeo Fondi FESR “Valorizzazione del territorio lucano attraverso la promozione del Cineturismo”.
Tra le numerose opere teatrali: “Ammerika” sul tema dell’immigrazione, “A casa di David” sul mondo dei singles, “Trilogia della vendetta” pièce basata sulla storia di “Ciccio Paradiso” in stagione al Teatro Out Off di Milano, rappresentato poi in diversi teatri italiani e in Canada. Una delle sue opere più rappresentative è “Animelle! Un euro al chilo”, pièce contro la prostituzione prodotto dalla Banca Popolare di Milano. Dopo essere stata rappresentata in numerosi eventi in tutta Italia, nel 2011 è stata accolta al Robert Gil Theatre di Toronto, nel 2012 al prestigioso Fringe Festival di Winnipeg in Canada e nel 2013 a Broadway al C.O.W Theatre di New York.
Nel 2014 fonda la Silver Productions con sede a Milano. Nel 2015 scrive e dirige il lungometraggio “All’improvviso Komir”, distribuito in collaborazione con l’associazione AiBi, nel circuito UCI Cinemas. Nel 2020 dirige il lungometraggio Originale Netflix “L’ultimo Paradiso” di cui è autore del soggetto e sceneggiatore insieme a Riccardo Scamarcio.

 

Produzioni

Biografia

Gaia Bermani Amaral, nata a San Paolo del Brasile da madre italiana e padre brasiliano, debutta nel 2000 come testimonial di Tim. A diciannove anni inizia la sua carriera televisiva e in seguito quella cinematografica. Tra il 2001 e il 2006 conduce diversi programmi televisivi tra cui “Stracult” su Rai Due, “Stella del Sud” su Rai Uno, “Ma chi ce lo doveva dire” con Ficarra e Picone su Canale Cinque, Bi Live su All Music. Tra il 2008 e il 2013 è protagonista in diverse fiction tra cui “Amiche Mie” e “Baciati dall’Amore” su Canale Cinque, “Xanadu” per il canale francese Arte e “Un passo dal cielo” su Rai Uno. Nel 2005 è diretta da Roberto Faenza ne “I giorni dell’Abbandono” presentato in concorso al Festival di Venezia, nel 2008 da M. D’Epiro e D. Proietti in “Polvere”, nel 2010 da Luca Lucini in “La donna della mia vita”, nel 2014 in Francia da Benjamin Weill in “West Coast”, nel 2015 da Rocco Ricciardulli in “All’Improvviso Komir”, nel 2018 da Claudio Cicconetti in “Malati di sesso”. Nel 2014 si presta come madrina dell’Unicef. Nel 2015 pubblica il suo primo libro di favole per bambini scritto a quattro mani con Roberto Cotroneo “Le fate dell’arcobaleno e il mistero delle Cinque Lune” Amazon pubblicato da Nord sud Edizioni (Gruppo editoriale Mauri Spagnol). Nel 2018 entra a far parte della casa di produzione cinematografica Silver Productions. Nel 2021 interpreta la protagonista femminile nel film Originale Netflix “L’ultimo Paradiso”, diretto da Rocco Ricciardulli e prodotto da Lebowski e Silver Productions. Nell’ottobre del 2021 pubblica per Solferino RCS il suo romanzo d’esordio Manuzzelle.

Questo il suo sito ufficiale: www.gaiaamaral.it
Instagram: gaiaamaral_official

Produzioni

Biografia

Produttore e sceneggiatore per il cinema e la televisione, regista di film documentari.
Ha prodotto diversi film lungometraggi tra cui: “I ponti di Sarajevo”, film collettivo di Jean Luc Godard, Ursula Meier, Sergei Loznitsa, Cristi Puiu, Vincenzo Marra, Leonardo Di Costanzo e altri, proiezione speciale al Festival di Cannes 2014; “Tutto parla di te” (con Charlotte Rampling) e “Vogliamo anche le rose”, di Alina Marazzi, “Fuga dal call center” di Federico Rizzo; “Italian Dream” di Sandro Baldoni (con Ivano Marescotti); “Fame Chimica” di Paolo Vari e Antonio Bocola (con Marco Foschi e Valeria Solarino); “Il Mnemonista” di Paolo Rosa e Studio Azzurro (con Roberto Herlitzka e Sandro Lombardi).
Tra i numerosi documentari: “La botta grossa” di Sandro Baldoni; “Vogliamo anche le rose”; “Per Sempre, Un’ora sola ti vorrei”; “Anna Piaggi” di Alina Marazzi; “Noi non siamo come James Bond” di Mario Balsamo; “Il Pratone Casilino”, di Giuseppe Bertolucci; “Anima Mundi e Evidence” di Godfrey Reggio con musiche di Philip Glass.
I film prodotti hanno partecipato ai principali festival internazionali e hanno vinto diversi premi (Locarno, Torino, Roma, Telluride, Bombay, Newport, San Paolo, Aspen, San Francisco, 2 Nastri d’argento , David di Donatello, 4 nomination).
Come produttore è stato premiato con la Camera d’oro al Festival di Roma 2012 e ha vinto un Nastro d’argento.
Premio Amidei 2005 per la miglior sceneggiatura (per “Fame Chimica”).
Ideatore con Godfrey Reggio del progetto per il nuovo centro culturale FABRICA di BENETTON (con Godfrey Reggio), di cui diventerà direttore associato nel periodo 1994/95.
Cofondatore (1980, con Silvano Cavatorta) e organizzatore di Filmmaker, primo festival italiano dedicato ai giovani autori.
Regista per la Rai in varie occasioni e autore di diversi documentari di carattere sociale.
Dal 1989 al 1999 ha prodotto essenzialmente documentari industriali e programmi per la Tv.
Dal 2004 insegna all’Academia di Brera – Nuove Tecnologie dell’Arte, al CISA di Lugano (scuola di cinema, di cui è stato direttore dal 2006 al 2008), alla Scuola Nazionale di Cinema.
Fa parte del comitato scientifico del Premio Solinas Doc ed è membro della Commissione Cinema del Dipartimento Cultura e Spettacolo del Canton Ticino (Svizzera).

 

Produzioni

Biografia

Lorenzo Baraldi – A.D.Silver
Da sempre interessato alle arti cinematografiche e in generale al mondo degli audiovisivi, dopo l’università frequenta diversi corsi di sceneggiatura, recitazione e regia vincendo alcuni premi per la realizzazione di cortometraggi (“Nosside”, citazione premio Solinas). Inizia a frequentare il primo webmaster italiano per la gestione delle imprese multimediali ma, in seguito, la sua professione lo porta a dedicarsi per lungo tempo alla direzione d’impresa in altri settori come quello immobiliare e della produzione di elettrodomestici. Nel 2017 co-produce un film per il mercato tedesco, vincitore nel 2018, del Achtung Berlin Festival e attualmente in competizione in diversi festival.
Dal 2018 ha accettato la sfida di entrare nella Silver Productions con lo scopo di realizzare lungometraggi, serie televisive e valutare progetti di convergenza tra i media.